L’esenzione

 

L’esenzione dal ticket per malattia rara è garantita per:

  • Tutte le prestazioni appropriate ed efficaci per il trattamento e il monitoraggio della malattia rara accertata e per la prevenzione degli ulteriori aggravamenti.
  • Le prestazioni finalizzate alla diagnosi, eseguite presso i Presidi della Rete nazionale sulla base di un sospetto diagnostico formulato da uno specialista del SSN.
  • Le indagini genetiche sui familiari dell’assistito eventualmente necessarie per diagnosticare, all’assistito, una malattia genetica rara. Infatti, la maggior parte delle malattie rare è di origine genetica e il relativo accertamento richiede indagini, a volte sofisticate e di elevato costo, da estendere anche ai familiari della persona affetta.

La prescrizione delle prestazioni sanitarie erogabili con esenzione deve contenere il codice della malattia rara per la quale è riconosciuta l’esenzione.

Per ottenerla bisogna fare richiesta alla propria ASL di competenza presentando un certificato della diagnosi relativa ad una o più malattie rare incluse nell’apposito elenco ministeriale. Il certificato deve essere rilasciato da uno dei presidi della rete nazionale delle malattie rare, anche se ubicato fuori dalla regione di residenza.

 

Leggi anche:

Malattie Rare e Disabilità
L’invalidità in sintesi
Invalidità civile: linee guida dell’INPS
La disabilità
Il collocamento mirato
Handicap e Disabilità

Print Friendly, PDF & Email
Translate »